Per contatti: pianopartecipato@libero.it - fax 0623316920 posta: via Stazione di Ottavia 73B Roma. Leggi qui: Lo Statuto


martedì 16 luglio 2013

Via Sorbelli: Pronto intervento notturno ripristina erogazione dell'acqua


Dalle 23.30 una squadra di operai dell'azienda comunale di distribuzione dell'acqua ha lavorato sodo per tutta la notte. Con un escavatore è stato aperto il manto stradale. Si è così proceduto a riparare le condutture idriche danneggiate.
Nelle prime ore del mattino è stata ripristinata la normale erogazione dell'acqua.


I servizi di emergenza e pronto intervento stanno funzionando bene e c'è motivo di ritenere che l'ufficio tecnico del Municipio XIV si adopererà con urgenza per il rifacimento completo del manto stradale al fine di regolarizzare il normale passaggio di veicoli e pedoni.



Senz'acqua decine di famiglie bloccate in una strada priva di uscite alternative

Ottavia, via Albano Sorbelli parte II. La doppia voragine, che si è aperta oggi pomeriggio sulla strada, ha danneggiato le condutture idriche. Doppio il danno per le decine di famiglie che abitano in un strada senza altre uscite. Chiuso il traffico a tutti i veicoli in entrata e uscita.
 Le decine di famiglie residenti, comprese quelle con disabili e minori, sono state costrette dalla prescrizione della Polizia di Roma Capitale a lasciare le proprie auto lontano da casa.
Ma non è questa la cosa più grave. La cosa più grave è la totale mancanza dell'acqua,  chiusa senza preavviso dai tecnici dell'Acea.
Ma non è neanche questa la cosa più grave. La cosa più grave è che, messe le transenne e chiusa l'erogazione dell'acqua, i vigili del fuoco, i tecnici dell'Acea e la polizia di Roma capitale sono andati tutti a casa. Come se tutte le famiglie che abitano nella via, possono, senza preavviso, far a meno dell'acqua per i tempi che l'azienda Acea riterrà opportuni.

Chiudiamo questo aggiornamento con un interrogativo che rivolgiamo al neo Sindaco on. Marino: E se per un una volta i tempi dell'Acea fossero immediati e mandassero operai subito, in servizio notturno, proprio come forse accadeva in passato, nel caso nella via ci avesse abitato un pezzo grosso? un parlamentare? oppure un consigliere regionale?
Siamo certi che l'acqua tornerà stanotte perchè gli operai dell'Acea e i tecnici del Comune non fanno più differenza nei tempi di intervento tra una via periferica abitata da uomini della "Casta" e una via periferica  abitata da gente qualsiasi.
Ne siamo convinti: domani mattina al risveglio le famiglie, anche se non sono famiglie di parlamentari, vedranno di nuovo scorrere l'acqua dai loro rubinetti. E le ditte appaltatrici che hanno asfaltato la strada saranno chiamate dal Municipio XIV a rispondere  e chiarire i motivi di questo grave cedimento del manto stradale.      LEGGI IL PRIMO LANCIO SULL'EVENTO.




Sprofonda una strada di Ottavia, vigili del fuoco in trappola

E' il pomeriggio di martedì 16 luglio. Un primo cedimento del manto stradale determina una prima voragine su via Sorbelli, una traversa di via della Lucchina, quartiere Ottavia. Interviene la polizia municipale, intervengono i vigili del fuoco. Ma durante l'accesso alla via e l'avvicinamento alla voragine, si apre all'improvviso un'altra voragine che intrappola l'automezzo dei vigili del fuoco. La rete idrica viene danneggiata e acqua fluisce lungo tutta la via.
La strada viene chiusa alle auto e alle 18.10 anche ai pedoni che sono costretti ad uscire da un condominio interno di via Albinati, che ha doppia uscita su via della Lucchina. Sulle cause dell'evento ci si aspetta un'approfondita analisi e monitoraggio preventivo su tutta l'area da parte dei tecnici del comune per prevenire ulteriori cedimenti che potrebbero rivelarsi pericolosi per l'incolumità dei cittadini.

la perdita d'acqua

la prima voragine
l'automezzo dei vigili del fuoco intrappolato





sabato 13 luglio 2013

Il Consiglio del Municipio XIV convocato a via Soria

Si riunirà martedì prossimo 16 luglio 2013 alle ore 17.30 presso l'Opera Don Calabria, via Soria, 9, il primo consiglio operativo (dopo quello d'insediamento) del Municipio XIV.
I punti all'ordine del giorno saranno i seguenti:

1)  Presentazione Linee Programmatiche
2) Nomina assessori
3) Commissioni

Buon lavoro a tutti i neoeletti!


martedì 9 luglio 2013

Fondi europei per utilizzare i locali delle nostre stazioni Fr3

Adesso è ufficialmente agli atti della Regione Lazio. Quanto avevamo scritto e proposto nel primo calendario di quartiere di Ottavia è stato formulato pubblicamente davanti a 350 persone nella sala Tirreno della Regione Lazio. Abbiamo chiesto che parte dei fondi sociali europei 2014-2020 siano investiti per ristrutturare i locali abbandonati delle stazioni ferroviarie della Linea Fr3 Roma-Viterbo per creare nuove opportunità occupazionali e centri di aggregazione socio-culturale che possano migliorare la vita delle persone e dei nostri quartieri.
La nostra proposta di un protocollo d'intesa tra Regione Lazio, Trenitalia e Rete ferroviaria italiana è stata recepita dai dirigenti che coordinavano il congresso "Lazioidee". In particolare la dirigente dott.ssa Paola Bottaro si è pubblicamente impegnata a portare la nostra proposta all'attenzione dell'assessorato competente.
E' stato espresso pieno apprezzamento dai funzionari della Regione Lazio che hanno ricordato come un'iniziativa analoga sia stata sperimentata positivamente dalla Regione Puglia con il progetto "Bollenti Spiriti"..
Che dire? Il sasso è stato lanciato dall'associazione culturale Lucchina e Ottavia.
Non ci preoccupiamo se, dopo questo primo passo, qualche comitato del nostro territorio, invece di fare rete, tenterà di millantare una forzata solitaria primogenitura.
E sappiamo anche quali siano i rischi di future speculazioni da parte di certe lobby del "no profit" .
Nella realtà, era l'assise di ieri la sede giusta per "posare la prima pietra" e chiedere l'utilizzo dei locali abbandonati delle stazioni di Balduina, Ottavia, di Ipogeo degli Ottavi, della Giustiniana, la Storta ecc
In quella sede regionale l'associazione culturale Lucchina e Ottavia è stata l'unico organismo del municipio XIV che ha fatto una proposta (videoregistrata) e l'ha messa agli atti documentali della Regione Lazio.
Invitiamo tutta la rete delle associazioni di promozione sociale del Municipio XIV a dare maggiore forza a questo progetto di utilizzo sociale delle stazioni ferroviarie.


Ass.ne culturale Lucchina e Ottavia

domenica 7 luglio 2013

"Le auto costose di preti e suore"

Foto scelta a caso da google
Sono coerenti le parrocchie dei nostri quartieri? Con quale spirito i parroci che conosciamo affrontano quotidianamente la loro missione pastorale? Organizzano le feste del santo patrono per avvicinare nuove pecorelle smarrite alla chiesa? Oppure lo fanno per fare incetta di donazioni dai commercianti locali? Gestiscono i Gruppi Ricreativi Estivi per rispondere ai bisogni delle famiglie? Oppure per assolvere ad un moderno spirito imprenditoriale di autofinanziamento esentasse?
Ogni parrocchiano che va a messa può valutare con quale modello di sacerdote si confronta ogni giorno, dopo aver sentito in Tv le parole di Papa Francesco. E potrebbe, ogni parrocchiano, fare qualcosa per rendere migliore la propria comunità religiosa adoperandosi perchè si apra al territorio, adoperandosi perchè i sacerdoti, così come hanno fatto in passato tanti altri sacerdoti (Don Milani, Don Sardelli, Don Gallo, ecc ecc) , si calino pienamente tra la gente e nei  quartieri, non restino arroccati nelle loro mura e facciano rete con i comitati, con le associazioni laiche, e non solo cattoliche, con le scuole pubbliche, e non solo private.
Una riflessione che diviene inevitabile dopo che sabato scorso, davanti a 6mila seminaristi di tutto il mondo, Papa Francesco ha pronunciato le seguenti parole:
"A me fa male quando vedo una suora o un prete con la macchina ultimo modello". "Non si può andare con auto costose. La macchina - ha spiegato - è necessaria per fare tanto lavoro, ma prendetene una umile. Se ne volete una bella pensate ai bambini che muoiono di fame" "... dobbiamo dire no a auto e scooter veloci e alla moda: per essere testimoni bisogna essere autentici e coerenti". "Gesù bastonava gli ipocriti, quelli che hanno una doppia faccia. Questa è la responsabilità dei formatori: dare esempio di coerenza ai più giovani".

giovedì 4 luglio 2013

Incidente mortale a Ottavia

E' successo sulla via Casal del Marmo in piena notte, alle 3 circa. Un uomo in moto si è scontrato a velocità sostenuta contro un autobus notturno che proveniva da Palmarola e stava svoltando a via Panizzi.
Il motociclista proveniva in senso contrario e lo scontro è stato violentissimo. Non c'è stato nulla da fare, i medici hanno poi constatato il decesso.
La via Casal del Marmo è rimasta bloccata per circa 3 ore. E' l'ennesima vittima sul medesimo luogo dove sono morte altre persone: l'incrocio tra via Casal del Marmo e via Panizzi. In base al piano regolatore, avrebbe dovuto essere realizzata già da anni una rotatoria per migliorare la viabilità e per impedire ulteriori incidenti.
Non aggiungiamo nulla per oggi. Esprimiamo solo il cordoglio per la famiglia.


Precedenti degli anni passati:
http://montemario.romatoday.it/ottavia/via-panizzi-casal-del-marmo-manuel-lolli-morto.html

Lettera sul corriere della sera relativa alla pericolosità della via casal del marmo

Problematica segnalata nel 2011