Per contatti: pianopartecipato@libero.it - fax 0623316920 posta: via Stazione di Ottavia 73B Roma. Leggi qui: Lo Statuto


venerdì 20 settembre 2013

Ottavia: Guerra in tribunale contro le antenne?

Padre Giorgio della parrocchia di Santa Maddalena di Canossa ne ha parlato nell'omelia domenicale ai suoi parrocchiani: "Hanno installato un'altra antenna gigante sopra il cinema Starplex". Un'altra ulteriore sorgente di inquinamento elettromagnetico contro la parrocchia e i suoi parrocchiani.
Il terrazzo del Gulliver sta raggiungendo il guiness dei primati in Italia come lastrico solare più inquinante e inquinato d'Italia per le numerose stazioni radio base che proliferano anno dopo anno.
Ci è stato riferito che sarebbe intervenuta anche la polizia chiamata dai proprietari di un bed and breakfast della vicina via Pintor.

Adesso la prospettiva potrebbe essere la seguente: con il supporto di Padre Giorgio e delle associazioni di quartiere si potrebbe organizzare una grande "class action" di tutti i proprietari di appartamenti intorno al Gulliver ?

Una causa civile collettiva per chiedere la disattivazione, disinstallazione e un megarisarcimento dovuto, non solo per l'incombente minaccia alla salute delle persone, ma anche per l'abbassamento del valore commerciale degli immobili e delle attività commerciali.
La situazione è scritta su una sentenza di tribunale del 2005 citata nel blog dell'ASPPI (Associazione sindacale Piccoli Proprietari Immobiliari) : l’antenna produce un impatto ambientale assimilabile a quello di un impianto per lo smaltimento dei rifiuti o di un aeroporto, determinando la svalutazione degli immobili che si trovano in prossimità degli stessi.
In particolare il Tribunale di Bologna rilevava che la lesione del diritto di proprietà è ravvisabile nel pericolo di deprezzamento dell’immobile conseguente all’incertezza scientifica e alla diffusa diffidenza soggettiva circa le conseguenze per la salute derivanti da una persistente esposizione ad emissioni elettromagnetiche come quelle derivanti dalle antenne per telefonia cellulare: tale situazione, prosegue il Giudice, incide direttamente, in termini negativi, sulle valutazioni effettuate dal mercato immobiliare, provocando una situazione di minore appetibilità di un appartamento esposto a tale pericolo rispetto ad altro che ne è esente.
Altrettanto perentorio il Tribunale di Bologna nel riconoscere, quale ulteriore profilo di violazione del diritto di proprietà connesso all’installazione di una stazione radio base, quello psicologico, nel senso di una limitata fruizione quotidiana dell’immobile: infatti vivere in un appartamento con il dubbio che ne possano derivare danni alla salute riduce notevolmente la godibilità dello stesso.

I precedenti giurisprudenziali dunque esistono.  Si potrebbe tentare.
 La voce sta girando e vedremo se ci sarà la determinazione degli abitanti della Lucchina a concretizzare una seria azione legale come forma di resistenza civica contro la violenza di gestori di telefonia, aziende e costruttori a danno dei cittadini, dell'ambiente e del paesaggio.

Domenico Ciardulli
Segretario Coordinamento Comitati Roma Nord



lunedì 16 settembre 2013

Libri universitari in regalo

Sergio, un simpatizzante della nostra associazione offre in regalo a chi ne ha veramente bisogno i seguenti testi universitari. Chi è interessato mandi una mail di presentazione al nostro indirizzo pianopartecipato@libero.it
Gireremo le richieste al generoso offerente e lasceremo a lui la facoltà di contattare la prima persona che si è fatta avanti:
Rimane inteso che il contatto email non comporta nessun vincolo di risposta o di impegno di alcun tipo :


mat. 1-2 /2° ed. GIUSTI ____
esercit. mat. 2° vol. Marcellini Sbordone____
complem. di mat. Zwirner___ 
eserc. e probab. analisi mat. Demidovic____
acta mat. Hungarica vol 55___
Meccanica relativistica Cattaneo___
lezioni di mecc. razionale 1-2- Ferrarese Stazi___
elettronica gen. Lotti___
elettr. dig.integrata Bellafonte Sargenti Tamburini___
algebra delle matrici 1-2 Orecchia Spataro___
algebra matric. equazioni lineari Spataro Tribulato___
algebra Herstein__400 eserc. 
geometria Ghinelli Mazzocco____
strutture geometriche Tallini__
geometria 1-2 Sabani Sorani____
geom. contemporanea Dubronovin Novikov Fomenko___
problemi fis.generale meccanica termodinamica Bonincontro Cametti ecc___
fisica scienze e ingegneria 1-2 Melissons Lobkowicz___
chimica gen. e inorganica Camilli Valeri____
elementi di biologia 2°ed. Zanichelli___corso di geom.II 3 vol. generale-curve e superfice-teorema di stokes Maschietti___probabilita statistica 1-2-3- Bizzarro Lanzuolo___prob. stat. dispense 1-2 G.Koch______varie dispense in inglese dell?università la Sapienza

domenica 1 settembre 2013

Gli scavi archeologici a Ottavia, i nostri dubbi...

Nel pomeriggio di venerdì 30 agosto 2013 una squadra di operai, probabilmente della soprintendenza, era al lavoro sul sito di scavi archeologici che sta sulla sinistra, un po internamente, prima di arrivare a via del Giardino di Boboli.
Gradiremmo una nota ufficiale da parte di qualsiasi autorità istituzionale, ufficio tecnico del municipio, Comune di Roma oppure Soprintendenza, che spiegasse ai cittadini quali soggetti stiano effettuando i lavori su questi siti archeologici.
Chiediamo  perchè non siano stati apposti semplici cartelli, in vicinanza degli scavi, che segnalassero la natura del lavoro e l'ente interessato,  assolvendo così agli adempimenti previsti dalla normativa in prossimità dei cantieri di lavoro.
Inoltre vorremmo sapere se sia vero quanto ci è stato riferito da alcuni cittadini e poniamo pubblicamente le seguenti due domante:
1) Le persone che lavorano presso questi siti archeologici sono provvisti di cartellino di riconoscimento ?

2) Come mai ai cittadini che si avvicinano ai lavori in corso, per chiedere notizie su quanto è stato trovato di interessante dal punto di vista archeologico, non vengono date spiegazioni e non viene loro concesso di conoscere i particolari dei ritrovamenti?