Per contatti: pianopartecipato@libero.it - fax 0623316920 posta: via Stazione di Ottavia 73B Roma. Leggi qui: Lo Statuto


lunedì 28 marzo 2016

INCIDENTE VICINO ALLA SCUOLA MATERNA BESSO

Vicino alla Scuola dell'Infanzia comunale Besso non c'è più il lampione Acea che illuminava tutta la curva stradale all'altezza dell'istituto (da cui la scuola prende il soprannome di "Besso Curva").
Il palo dell'illuminazione stradale è stato tolto su disposizione del Comando dei vigili la sera di Pasqua perché era diventato un rischio per l'incolumità pubblica dopo che un'automobile è andata a sbatterci violentemente quasi sradicandolo dal terreno. 
Erano circa le 4.30 del mattino della Santa Pasqua quando una BMW nera si è schiantata contro il palo della luce. La macchina è rimasta semidistrutta. 
Per fortuna non ci sono state gravi conseguenze per chi viaggiava all'interno del veicolo. 
Non vogliamo fare ipotesi sulla dinamica dell'incidente ma qualora all'interno di quella BMW nera ci fossero dei giovani, al ritorno di una serata di divertimento, e qualora questi giovani si trovassero a leggere il nostro blog vorremmo dire loro, anzitutto, che siamo molto felici del fatto che siano rimasti incolumi e che siano potuti rientrare nelle loro case e rassicurare i loro genitori e le famiglie.

Ma poi vorremmo suggerire loro, anzi raccomandare col cuore, di fare tesoro di questa esperienza notturna che poteva avere conseguenze tragiche, perché anche il pericolo scampato insegna qualcosa. 

Alla guida è sempre meglio che ci sia la persona che non ha bevuto, che non ha sonno, che sia in grado di riportare gli amici sani e salvi a casa. 
E non è soltanto una questione di salvaguardare la salute e l'incolumità della comitiva di amici che ha voluto giustamente divertirsi in città il sabato sera, non è soltanto una questione di evitare un dolore straziante alle proprie famiglie ma è anche una questione di rispetto della vita degli altri, di un eventuale pedone, di un ciclista, magari di un padre o una madre o anche una ragazza, che potevano casualmente transitare su quel marciapiede ed essere abbattuti.. spenti... come quel palo della luce che adesso non c'è più.

Associazione culturale Lucchina e Ottavia




venerdì 11 marzo 2016

"DONNE D'AMORE E DI LOTTA" il 12 e 13 marzo

Il nuovo spettacolo con Melania Fiore, scritto e diretto da Enrico Bernard, è vibrante e appassionato, in un periodo dell’anno nel quale si festeggia la festa delle donne questo adattamento teatrale del testo di Bernard è assolutamente azzeccato ed originale. 
La storia è quella di quattro donne di diverse epoche unite da un unico fil rouge: una passione bruciante, per il proprio uomo, per un ideale politico per la propria Arte....

Le ultime due serate Presso il Teatro Stanze Segrete in via  della Penitenza, 3 Roma (Trastevere) 
Sabato 12 marzo ore 21.00 e domenica 13 marzo ore 19.00 

"DONNE D'AMORE E DI LOTTA"
4 grandi storie di donne per un marzo d'amore e di lotta

Scritto e diretto da Enrico Bernard
Attrice e danzatrice Melania Fiore
Musiche: G. Verdi, A. Dvorak, S. V. Rachmaninoff, David Bowie, Patti Smith, Franco Battiato

Dopo Mary Shelley, ecco i nuovi ritratti di donne d'amore e di lotta di Enrico Bernard interpretate col corpo e con l’anima da Melania Fiore, sciorinati in una parabola senza tempo dove l’unica vera dimensione è il qui e ora. Quattro donne diverse, di diverse epoche unite da un unico fil rouge: una passione bruciante, per il proprio uomo, per un ideale politico per la propria Arte. Una passione che esprimono in una danza senza soluzione di continuità, con gli stivali, o a piedi nudi. Contro la violenza e l’indifferenza, non solo maschile. Un viaggio iniziatico, dall’astuta Penelope capace d’amore infinito alla brillante Sophie Taeuber- Arp cofondatrice del movimento dada (nel centenario del Manifesto che cambiò l'arte contemporanea) dalla terrorista rossa tedesca Gudrun Ensslin "suicidata" nel carcere di Stammheim insieme al suo compagno, alla giovane violentata al G8 di Genova. Donne estreme che vivono grandi passioni e grandi ideali che le travolgono dissolvendosi all'alba come i sogni. L'amore di Penelope per Ulisse, colpevole di aver dimenticato le ragioni del cuore per una guerra insensata, lo sconfinato amore per l'arte di Sophie, il concetto di giustizia sociale condiviso dalla Ensslin con l'amore della sua vita, Andreas Baader capo della RAF, l'ingenuità della ragazza che va incontro ai suoi aguzzini col sorriso. Quattro donne che non vogliono morire, ma continuare ad amare lottando, incarnate da un’unica attrice che lotta danzando. Eccole, sono loro i grandi personaggi di queste storie in versi che scaturiscono dall'universo femminile scisso tra l'essere e il dover essere, tra sentimento e ragione.

Info sui biglietti e prenotazioni: 066872690 / 3453918529

Enrico Bernard
Terzogenito dello scrittore e regista Carlo Bernari frequenta fin da giovanissimo personalità del mondo dell'arte quali Pietro Germi, Cesare Zavattini, Alfonso Gatto, Giuliano Montaldo, Vasco Pratolini, Ermanno Rea, Domenico Rea, i pittori Domenico Purificato, Alberto Sughi, Ernesto Treccani, Emilio Greco.
Si laurea in filosofia all'Università la Sapienza di Roma nel 1980 con una tesi sul terrorismo in Germania. Si dedica ad una intensa attivitá giornalistica ma al tempo stesso è autore e regista di diverse opere teatrali e sceneggiature che vengono realizzate in Italia e all'estero. Consegue il dottorato di ricerca in Letteratura italiana all'Università di Zurigo e nel 2006 inizia l'attività accademica, tenendo corsi presso università negli Stati Uniti e in Canada. Ha scritto numerosi saggi di italianistica, germanistica e arti dello spettacolo. Un suo contributo importante alla teoria del teatro è stato il Manifesto del Teatro Snaturalista illustrato e pubblicato da Dario Fo.

Melania Fiore
Vincitrice di numerosi premi e riconoscimenti teatrali l’attrice, drammaturga, pianista e danzatrice, si laurea con lode in Scienze dello Spettacolo e si diploma presso la Scuola biennale di Mario Scaccia, con cui studia e lavora per circa 10 anni e che la sceglie come protagonista di molti suoi spettacoli. Studia pianoforte per 11 anni, canto lirico, danza classica e contemporanea, elementi di acrobatica e metodo Feldencrais, e continua la sua formazione attoriale presso laboratori nazionali e internazionali, mentre lavora in compagnie importanti, tra cui la Compagnia Moliere di Mario Scaccia (2004-2010) e la Compagnia I Sognatori, fondata nel 2015 da Daniele Salvo, regista e storico assistente di Luca Ronconi. Dal 2008 intraprende inoltre un’intensa attività drammaturgica: scrive, dirige e interpreta molti testi per il teatro, tra cui il pluripremiato Tutto il mio Amore, Partigiana, Odissea di Alice nel Paese della Realtà, L’Amore in guerra, vincitore del prestigioso premio Calcante Siad 2014 per la Miglior Drammaturgia. Nel 2012 viene scelta da Paolo Sorrentino per un ruolo nel suo film LA GRANDE BELLEZZA