Per contatti: pianopartecipato@libero.it - fax 0623316920 posta: via Stazione di Ottavia 73B Roma. Leggi qui: Lo Statuto


venerdì 29 luglio 2016

Invito alla lettura - Giacomo Mazzariol "Mio fratello rincorre i dinosauri"


Invito alla lettura - I libri consigliati dall'Associazione.

Hai cinque anni, due sorelle e desidereresti tanto un fratellino per fare con lui giochi da maschio. Una sera i tuoi genitori ti annunciano che lo avrai, questo fratello, e che sarà speciale. Tu sei felicissimo: speciale, per te, vuol dire «supereroe». Gli scegli pure il nome: Giovanni. Poi lui nasce, e a poco a poco capisci che sí, è diverso dagli altri, ma i superpoteri non li ha. Alla fine scopri la parola Down, e il tuo entusiasmo si trasforma in rifiuto, addirittura in vergogna. Dovrai attraversare l'adolescenza per accorgerti che la tua idea iniziale non era cosí sbagliata. Lasciarti travolgere dalla vitalità di Giovanni per concludere che forse, un supereroe, lui lo è davvero. E che in ogni caso è il tuo migliore amico. Con Mio fratello rincorre i dinosauri, Giacomo Mazzariol ha scritto un romanzo di formazione in cui non ha avuto bisogno di inventare nulla. Un libro che stupisce, commuove, diverte e fa riflettere. Insomma, è la storia di Giovanni, questa. Giovanni che ha tredici anni e un sorriso piú largo dei suoi occhiali. Che ruba il cappello a un barbone e scappa via; che ama i dinosauri e il rosso; che va al cinema con una compagna, torna a casa e annuncia: «Mi sono sposato». Giovanni che balla in mezzo alla piazza, da solo, al ritmo della musica di un artista di strada, e uno dopo l'altro i passanti si sciolgono e cominciano a imitarlo: Giovanni è uno che fa ballare le piazze. Giovanni che il tempo sono sempre venti minuti, mai piú di venti minuti: se uno va in vacanza per un mese, è stato via venti minuti. Giovanni che sa essere estenuante, logorante, che ogni giorno va in giardino e porta un fiore alle sorelle. E se è inverno e non lo trova, porta loro foglie secche. Giovanni è mio fratello. E questa è anche la mia storia. Io di anni ne ho diciannove, mi chiamo Giacomo. (da einaudi.it)

Giacomo Mazzariol - Mio fratello rincorre i dinosauri - 2016 - Collana: Stile libero Extra - pp. 184 - € 16,50 - ISBN 9788806229528

venerdì 8 luglio 2016

Minori vittime di violenza, Seminario a "Casal del Marmo"

"Feriti dentro: tutelare i minori vittime di violenza" è il titolo del Seminario di studio e formazione organizzato dal Ministero della Giustizia per le giornate del 7 e 8 luglio 2016 presso l'Istituto Centrale di Formazione della struttura Penale Minorile "Casal del Marmo" di Roma.
Al Seminario, in pieno svolgimento nel momento in cui scriviamo, è stata invitata la Presidente dell'Associazione culturale Lucchina e Ottavia, Giovanna D'Annibale.
Nella giornata di ieri sono intervenuti illustri relatori e relatrici come il prof. Luigi Cancrini, il dott. Paolo Cianconi, medico psichiatra e antropologo, il prof. Pietro Ferrara, pediatra e docente presso l'Università Cattolica di Roma, Anita Lanotte, esperta di psicologia giouridica, psicopatologia e psicodiagnostica forense.
Nello staff organizzativo che ha presentato l'iniziativa la dott.ssa Cira Stefanelli, dirigente dell'Istituto di Formazione del Dipartimento Giustizia Minorile del Ministero della Giustizia.

Questi due giorni di incontro tra esperti e studiosi sono centrati sul tema dei minori vittime di violenza, abuso, maltrattamento e sfruttamento sessuale:
Il Seminario si propone di ampliare la comprensione del fenomeno nelle dimensioni sociali, psicologiche, giuridiche e tecnico operative a supporto dello sviluppo di percorsi di tutela.

Appena possibile, daremo un resoconto dei contenuti trattati.


Associazione culturale Lucchina e Ottavia

mercoledì 6 luglio 2016

Sparatoria nel cuore di Ottavia...

foto tratta da google maps
Premesso che il quartiere di Ottavia rimane un quartiere fondamentalmente tranquillo. E' vero che in questi ultimi anni sono accaduti sporadici episodi di criminalità ma, a nostro avviso, essi non hanno intaccato la buona "reputazione" di questo quartiere nel confronto con le diverse periferie romane.
Fatta questa premessa, non possiamo non informare su quanto è accaduto oggi pomeriggio, 6 luglio 2016, su via Casal del Marmo davanti al "Bar Euro" a pochi metri dalla scuola materna "Besso", scuola frequentata dal figlio del Sindaco Virginia Raggi.

Da quanto abbiamo appreso da persone del posto, intorno alle 17.15 un uomo sulla quarantina che abita da poco tempo a Ottavia avrebbe aggredito il titolare del Bar Euro colpendolo più volte ferocemente con il calcio di una pistola. Il bar è gestito attualmente da due fratelli di cui uno è attualmente assente. 
Ne sarebbe nata una colluttazione dove l'uomo armato avrebbe avuto la meglio procurando al gestore del bar numerose ferite al volto e alla testa.
 L'arma in mano all'aggressore avrebbe intimorito le numerose persone presenti che non hanno avuto il coraggio di intervenire nonostante la madre della vittima, presente durante l'aggressione, chiedesse aiuto per far cessare lo scontro tra i due. 
Dopo l'aggressione, l'uomo armato, prima di allontanarsi attraversando la strada, avrebbe sparato alcuni colpi di pistola in aria.
All'origine di questa "spedizione punitiva" ci sarebbero, sempre secondo testimonianze raccolte tra le persone di un vicino esercizio commerciale, presunti apprezzamenti fatti dal gestore del bar alla donna del "pistolero".
Dopo poco tempo sono arrivati sul posto diverse volanti di polizia e carabinieri mentre  un'ambulanza ha trasportato la persona ferita al vicino ospedale. 
Sarebbe intervenuto anche un magistrato per raccogliere testimonianze e fare tutti i rilievi del caso, compresi il recupero dei bossoli dei colpi sparati. 
Non è rassicurante che nel nostro quartiere possa circolare un uomo violento armato, ma
siamo certi che le autorità di polizia e i magistrati sapranno prendere provvedimenti idonei a ripristinare condizioni di serenità e a prevenire ulteriori episodi simili.