Per contatti: pianopartecipato@libero.it - fax 0623316920 posta: via Stazione di Ottavia 73B Roma. Leggi qui: Lo Statuto


giovedì 8 febbraio 2018

Potare pericolosamente un pino dopo averne abbattuti 5. Con quali permessi?


Abbiamo chiesto agli operai quanti pini avessero abbattuto su via Camilla Ravera e hanno risposto: "ne abbiamo abbattuti cinque perché a rischio caduta".

Questa mattina (8 febbraio ndr) alle ore 9 gli stessi operai stavano potando il grande albero di pino che sta su via della Lucchina all'incrocio con via Lazzarini.
L'operaio che stava sulla strada sembrava preoccupatissimo per l'incolumità dei pedoni e degli automobilisti. Aveva chiamato i vigili urbani ma non venivano.

Constatando che, effettivamente, l'operazione di potatura, come documentato da questo video, rappresentava un reale pericolo per l'incolumità delle persone, abbiamo chiamato il campidoglio (060606) che ci ha passato la polizia municipale del XIV gruppo. 
La risposta dell'operatore del gruppo di Polizia Municipale è stata cortese e anche logica: "Come si fa a procedere ad una potatura a bordo di una strada senza aver prima chiesto tutti i permessi per programmare l'eventuale chiusura temporanea della strada interessata e la presenza di una pattuglia".
Sarebbe questo il motivo per il quale si sta procedendo ad un'attività delicata e pericolosa senza la polizia municipale. 
Ma, a nostro parere, sarebbe anche giusto e opportuno che la polizia municipale, essendo stata informata di cosa accade, mandasse comunque una pattuglia e fermasse le operazioni di potatura su quella strada.
Riteniamo comunque sia importante l'informazione preventiva e la trasparenza quando si abbattono gli alberi, soprattutto le specie protette.
In passato, nel 2012, anno della nevicata, molte piante furono realmente danneggiate, altre davano soltanto fastidio. Tanto è vero che c'è stata una vera e propria strage di alberi (per speculazioni edilizie?).
Furono abbattuti alberi secolari in varie zone. Su via Trevignano, ad esempio, al posto di cipressi centenari neppure un oleandro è stato ripiantato. 
L'amministrazione di allora rilevò che il tutto fosse regolare.
Oggi, come allora, constatiamo che non c'è stata nessuna informazione preventiva ed esaustiva alla popolazione sull'abbattimento dei pini di via Camilla Ravera. 
Esistono delle leggi regionali, un censimento, relazioni tecniche, autorizzazioni. 
Come può un municipio non diffondere una nota pubblica in cui informa preventivamente e dettagliatamente i cittadini sul taglio di alberi protetti che sono la vera bellezza di un quartiere?
Come si può procedere a far cadere pesanti rami a bordo di una strada senza chiuderla?
La risposta viaggia nel vento come diceva una vecchia canzone di Bob Dilan...

P.S. L'associazione culturale Lucchina e Ottavia sarà domenica 11 febbraio alle 16 ai giardinetti di via Tarsia per fare omaggio al Carnevale con un divertente intrattenimento in maschera. Bambini e adulti vi aspettiamo! 

Nessun commento:

Posta un commento

Rispondi indicando il tuo nome